Share
rotate background

Suggerimenti pratici per una casa a bassi consumi

risparmio-energetico

Il risparmio energetico si riferisce all’insieme di pratiche e tecniche volte a ridurre i consumi di energia necessaria per i bisogni e le attività individuali o collettive. Si può ottenere sia cercando di limitare gli sprechi sia migliorando le tecnologie in grado di trasformare e conservare l’energia. L’edilizia residenziale è il settore più sensibile per il risparmio energetico, considerando che su un totale di 7 milioni di edifici, il 55% ha più di 40 anni e consumano circa il triplo rispetto alle nuove costruzioni efficienti quali il nostro Residence Nettuno.
Per maggiori informazioni, visita il nostro sito: www.immobiliaresilor.it

Per migliorare l’efficienza energetica di case e uffici è possibile ricorrere ad alcuni suggerimenti e ridurre i costi di riscaldamento, condizionamento e produzione di acqua calda sanitaria, tenendo presente che alcuni interventi devono essere eseguiti con cura, previa consultazione di un tecnico specializzato.
Per qualsiasi informazione in merito, contatta Si.lor Immobiliare: www.immobiliaresilor.it/contatti

I consigli per un risparmio energetico efficiente

Il riscaldamento rappresenta il 79% della spesa energetica. Per ridurne i consumi è utile:
– sfiatare l’aria presente nei termosifoni;
– evitare di coprire i termosifoni con tende o con mobili;
– scegliere una caldaia a condensazione: migliora il rendimento a parità di consumi con un modello tradizionale;
– importanti la manutenzione e i controlli periodici, con cadenza annuale.

L’isolamento termico è uno dei fattori che contribuisce ed evitare la dispersione del calore.
Ecco come fare:
– utilizzare vetri doppi in grado di isolare le correnti d’aria esterne;
– evitare, durante il giorno e nelle ore più calde, di lasciare aperte porte e finestre.

Per l’illuminazione:
– utilizzare lampadine a risparmio energetico;
– ricordarsi di spegnere le luci.

La scelta degli elettrodomestici:
– per il frigorifero scegliere modelli che si adattino al reale fabbisogno. Evitare di aprire frequentemente lo sportello che causa un rialzo della temperatura interna e un conseguente maggiore impiego di energia per il suo ripristino;
– per la lavatrice è bene effettuare una frequente manutenzione e tenere puliti i filtri, riducendo  la quantità di detersivo impiegato e gravando meno sui consumi e sull’ambiente;
– per lavatrice e lavastoviglie effettuare lavaggi solo a pieno carico, evitando i prelavaggi;
– in generale, per gli elettrodomestici, collegarli ad una ciabatta in modo da poterli spegnere del tutto quando inutilizzati.

Per ridurre e ottimizzare i consumi d’acqua:
– durante la pulizia dei denti o durante la doccia, tenere il rubinetto aperto solamente quando necessario, evitando di far scorrere inutilmente l’acqua;
– lo sciacquone del water ha un consumo idrico stimato a circa 10 litri. Una soluzione comoda in questo senso è il doppio pulsante di scarico, così da poter far scorrere solo la necessaria quantità d’acqua.

Infine molto importanti sono le fasce orarie di consumo: si tenga presente che dalle 19:00 alle 8:00 i consumi costano meno. Importante è inoltre scegliere la tariffa di consumo in base alle proprie necessità per ottenere il massimo dall’efficienza energetica e dal risparmio.

Add Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *